Post del mese di luglio 2006 ↓

eJoy premia il miglior logo con un gioiello

Oggi nella sezione “cerco” del forum di Aicel è comparsa un’inserzione che magari potrebbe interessare a qualche grafico in vena di fare un bel regalo alla propria moglie/fidanzata… o a qualche grafica! Sta per aprire i battenti eJoy, il nuovo e-shop di pietre dure e gioielli creati da artigiani italiani, sapientemente lavorati da pietre uniche e naturali. I gioielli ci sono, il negozio è pronto… manca solo il logo! Così eJoy ha deciso di offrire in premio una bellissima collana in turchese e aulite con catena in argento del valore commerciale di 160 euro, a chi invierà il logo che verrà selezionato dallo staff di eJoy come logo ufficiale di questo nuovo e-commerce di gioielli in pietre dure.

Assieme alla bella collana il vincitore avrà anche un po’ di pubblicità, visto che eJoy ospiterà il link del vincitore del premio sulla homepage del proprio sito.

collana turchese e aulite Ecco il premio: Collana turchese e aulite con catena in argento 925/00 rodiato anallergico
Per partecipare basterà inviare la propria realizzazione al seguente indirizzo: migliorlogo@ejoy.biz

…e l’ho chiamata “files”?! Per fortuna c’è il redirect dei poveri!

Cavolo, passo le giornate a spulciare i siti dei clienti, a fare loro due p***e così con i nomi delle directory, i nomi dei files, i nomi delle pagine…

…Non che sia una cosa grave, ma nei blog veri solitamente si assiste ad una organizzazione per anno, con directory a cui viene dato appunto il nome dell’anno in corso, o addirittura si assiste ad una bella organizzazione per mese ed anno, come nel blog di Mauro Lupi (in realtà lo fanno anche molti altri blogger…

…A questo punto potrei ovviare con un redirect 301e cambiare la posizione delle pagine, dalla directory “files” alla directory “2006″, giusto per fare un esempio: il risultato sarebbe che i motori di ricerca riceverebbero una comunicazione di “contenuto spostato definitivamente”, o se preferite un più colloquiale “guarda, quello che prima era qui adesso lo trovi da quest’altra parte” e non avrei problemi con le pagine attualmente indicizzate e posizionate.

Un’altra soluzione è quella indicata da LowLevel sul Forum di GT, il “redirect dei poveri”: anziché utilizzare un redirect 301 si può usare un meta refresh a 0 secondi dalle vecchie alle nuove pagine!

…In passato l’uso di questo redirect dei poveri, un meta refresh a “tempo 0″, era sinonimo di tecnica spam; tant’è vero che si consigliava di tenere il tempo di almeno 20/30 secondi per evitare ogni rischio in tal senso (se il redirect era utilizzato a fini withehat, chiaramente).

Adesso in questo modo si va a creare una sorta di “ban voluto” e addirittura canonizzato dai motori di ricerca: un piccolo aiuto a tutti quei webmaster che non hanno la possibilità di gestire i redirect lato server.

…vorrà dire che dal 31/12 i nuovi post andranno su una directory “2007″ e per il 2006 la directory “files” è stata…… Oltretutto la soluzione meta refressh mi convince se ad esempio passassi da www.sbrana.com a www.sbrana.net, ma non mi arrischierei ad operazioni interne allo stesso dominio, tipo da www.sbrana.com/files a www.sbrana.com/2006…. technorati tags: permalink

La lista di nozze? Ora è online!

Fino ad ora devo dire che mi sono tenuto discretamente lontano da nozze, aggregati di parenti (i classici parenti-serpenti) e banchetti vari: per i matrimoni degli amici devo ammettere che qualche volta mi sono inventato una buona scusa, per il mio…

…Basti pensare ai regali della lista di nozze, il vestito (soprattutto quello della sposa), le fedi nuziali, i testimoni, le damigelle, il bouquet della sposa (mazzo di fiori da lanciare, come da copione), bomboniere e confetti, l’organizzazione del ricevimento e il menù del pranzo di nozze con amici e parenti, fotografo e camea-man (mancano solo fonico e regista) per immortalare il momento del “SI”, torta nuziale, il viaggio di nozze e tanto altro ancora…

…In questi giorni mi sono imbattuto in un qualcosa di veramente originale in merito appunto alla preparazione dei matrimoni, che darà un grosso aiuto agli aspiranti novelli sposini, e magari contribuirà un domani a far cambiare la mia forma mentis verso questo sacramento.

Questo “qualcosa” è: e-Lista Nozze.it, un portale che offre un nuovo modo di concepire la lista di nozze e l’organizzazione del matrimonio stesso. e-Lista Nozze: liste di nozze sul web

Che cosa offre e-Lista Nozze.it?:

  • Scegliete quello che volete voi!…
  • Massima libertà e comodità per parenti e amici: anche i più lontani potranno farvi il regalo semplicemente collegandosi ad internet, contribuire ad un dono assieme ad altri o magari distribuire il loro contributo su più regali di nozze…. :-D

Il risultato finale è veramente originale e piacevole: in pochi minuti i futuri sposi avranno il loro wed site personalizzato, comprensivo di un’area dedicata alla loro storia d’amore, i dettagli sulla cerimonia, ed una suggestiva galleria fotografica di matrimonio e viaggio di nozze. Comunque possono anche essere inserite e tolte nuove aree con estrema semplicità.

Insomma e-ListaNozze vi aiuterà ad organizzare il vostro matrimonio nel migliore dei modi e fin nei minimi dettagli!
Quando troverò una donna in grado di sopportarmi credo che prenderò fortemente in considerazione un servizio simile…… permalink

Se fossi un giocatore del Brasile…

Se fossi un giocatore del Brasile che nome avrei sulla mia maglietta? Sapete che i brasiliani hanno la tendenza ad affibbiare dei soprannomi che poi vengono utilizzati correntemente nell’uso quotidiano. Anche i giocatori di calcio della squadra verde-oro, di recente eliminata dalla Coppa del Mondo, spesso riportano sulla maglia questo nickname: Zico in realtà si chiama Arthur Antunes Coimbra, e dietro Edson Arantes do Nascimento si cela nientemeno che Pelè! Vista la febbre da mondiali qualcuno ha pensato bene di sfruttare la cosa: con Brazilname è possibile vedere il proprio nome e quello dei propri amici… brasilianizzato! Ho provato ad inserire il mio nome: Alessio Sbrana diventa il brazilname “Alessiisco”! :-D La mia maglietta del Brasile

Molto carina l’idea! Magari poteva essere sfruttata ancora meglio con un tocco di sano spirito imprenditoriale che andasse un po’ oltre gli annunci Adsense: sono convinto che non sarebbero stati pochi quelli che, una volta immesso il loro nome, avrebbero deciso di acquistare online il capo appena realizzato.

Space Invaders? No, è Windows Invaders!

Ero alla ricerca di uno shareware per Mac… quando mi sono imbattuto in un clone del mitico Space Invaders, videogame che impazzava nei bar e sale giochi dei primissimi anni ’80, quando Pac Man (chi non ricorda il primo videogioco dove si sbranano “pasticche”?), Lady Bug & Co. erano delizie a 16 colori golose di monete da 100 lire.

Il videogioco in questione, versione rivista e corretta per i mac-maniaci, si chiama Windows Invaders: free, grafica terribile, giocabilità pressoché inesistente… ma distruggere i loghi di Windows a colpi di mele sparate con un Apple 2 (o forse è un Apple Plus) mi ha dato gusto!

la schermata di inizio di windows invaders

Ok, diciamo che me lo ha dato per 3minuti al massimo, poi l’ho buttato nel cestino: puro garbage game… technorati tags: permalink