Defensive Design: meglio pensarci

Defensive Design per il WebDefensive Design non è certo un libro nuovo nuovo, né si tratta di una delle mie ultime letture.
E’ che negli ultimi giorni ho (finalmente) aperto il mio account su Anobii, quindi ho pensato di spendere due parole su questo libro, dedicato all’usabilità e, in modo particolare, alla corretta gestione dei passaggi critici sui siti web di vario tipo, come ad esempio la compilazione dei form da parte degli utenti.
Forse non ci crederete, ma negli e-commerce la compilazione dei form per l’acquisto e spedizione di un prodotto è uno dei passaggi più delicati dell’intero processo di acquisto: è lì che si registra un elevato numero di abbandoni; lo sa bene chi ha partecipato al Maisazi Compra di quest’anno, evento in occasione del quale questa criticità è emersa in modo molto forte.

Così recita il retrocopertina di questo libro:

Ammettiamolo. Online qualcosa andrà storto. Non importa con quanta accuratezza progettiate un sito o quanti test abbiate fatto, gli utenti incontreranno sempre dei problemi: messaggi di errore nei form, pagine not found, articoli non disponibili, o risultati poco accurati nelle ricerche. Come gestire allora questi inevitabili malfunzionamenti? Con il defensive design.

Ormai il Natale è passato, ma sono certo che troverete un’altra buona scusa per regalare questo utilissimo e interessante libro al vostro web designer.
Per alcuni casi patologici lo considero un libro indispensabile! 🙂